Truck Me Hard (Marco Ferrari)
Ormai alle porte della prima edizione del Battlefield Metal Fest, che si terrà domenica 2 luglio all'Ippodromo di San Siro, abbiamo intervistato uno degli artefici dell'evento, nonché vecchia conoscenza di SpazioRock...
Articolo a cura di Costanza Colombo - Pubblicata in data: 24/06/17

Ciao Marco, dopo quasi dieci anni di giornalismo musicale, come ci si sente dall'altra parte del microfono stavolta?

 

Ciao Costanza, beh devo dire che fa una certa impressione stare da questa parte della barricata, soprattutto quanto di fronte c'è SpazioRock, creatura che ho contribuito a far nascere e crescere e a cui sarò sempre legato da amicizia ed affetto.

 

Il motto del Battlefield Metal Fest è "un festival fatto dai fan, per i fan." Lecito chiedere quale sia la band che aspetti di veder salire sul palco, lo stesso che hai contribuito a mettere in piedi, con maggior trepidazione...

 

Di fronte a questa domanda non posso far altro che far venire fuori il super fan che c'è in me e quindi risponderti i Grave Digger, band che adoro in maniera quasi maniacale. Lo sai che, fosse stato per me, li avrei fatti suonare per 5 ore!

 

Non è un mistero invece che la vera perla del festival sia lo special show dei Blind Guardian dedicato al loro capolavoro "Imaginations From The Other Side". Come ci siete riusciti?

 

Su questo tema dobbiamo dare atto al management della band ed alla band stessa di grande disponibilità. Quello che ci contraddistingue come agenzia è il voler regalare ai fan un qualcosa di unico ed indimenticabile. I Blind Guardian mancano dall'Italia da 2 anni e questo sarà il loro unico concerto fino al 2019, volevamo renderlo un qualcosa di sensazionale!

 

D'altro canto immagino che, come sempre succede nell'organizzazione di eventi di tale portata, ci siano stati anche ostacoli e imprevisti. Quale è stato l'aspetto più complesso da gestire?

 

Forse l'aspetto più complicato è stato il cambio di location. Avevamo già un accordo per il Market Sound, location che per dimensioni, costi e allestimento era perfetta. Poi purtroppo è arrivata la notizia che non avrebbero aperto per questa stagione per problemi legati all'affitto dell'area e ci siamo ritrovati a pochi mesi dall'evento senza location. Ricordo che sono state due settimane veramente frenetiche, ma non volevamo assolutamente mollare. Abbiamo visionato parecchie aree alternative anche fuori Milano, ma alla fine, il rispetto per i fan che si erano già organizzati il viaggio, ci ha fatto decidere che non potevamo spostarci, almeno per questa edizione, al di fuori del capoluogo lombardo. Da qui la difficilissima scelta tra cuore e portafogli: spostare l'evento in un locale o provare la sfida Ippodromo? Beh penso si sappia come è andata a finire!

 

battlefield_0606E a livello di band, eravate partiti già con questo bill in mente oppure c'è qualcuno che proprio non siete riusciti ad arruolare?

 

Il concept di fondo è sempre stato questo, ovvero legare band che per tematiche o sound potessero richiamare il concetto di "campo di battaglia". Con alcune band avevamo anche già accordi di massima, ma poi per un motivo o per l'altro non si è potuto concludere il contratto. In alcuni casi ad esempio erano band già impegnate al Rock Fest di Barcellona e purtroppo all'atto della conferma di data con il festival spagnolo è sorta una incompatibilità.

 

E che è successo con gli Eluveitie? 

 

Con gli Eluveitie era già stato trovato l'accordo, ma poi sono sopraggiunte volontà che divergevano con le nostre esigenze e si è quindi deciso di comune accordo di risolvere il contratto. In queste situazioni è anche bene precisare che i rapporti non avvengono mai con le band, ma con il management. Ovviamente spiace sempre quando accadono queste cose, ma penso che siamo riusciti a confezionare comunque un bill accattivante.

 

Sapendoti assiduo frequentatore di festival per mezza Europa, vorrei chiederti se ci sono accorgimenti, a livello organizzativo, che magari hai apprezzato da "utente" all'estero e quindi hai importato per migliorare la formula a cui siamo abituati in Italia.

 

Essendo ospitati all'interno di una manifestazione (il Milano Summer Fest) l'area è di per se già definita in tutto e per tutto. Il 2 luglio saremo "ospiti" all'interno di un'area che poi vedrà esibirsi grandi nomi come Red Hot Chili Peppers ed Evanescence, quindi il vero valore aggiunto che possiamo offrire in questa prima edizione è quello comunicativo, ovvero metterci la faccia ed essere presenti in prima linea nell'ascoltare i bisogni dei fan.

 

A tal proposito, cosa puoi dirci dei servizi e degli stand che saranno presenti alla venue? Trattandosi di una domenica del luglio milanese credo che forse qualcuno possa aver bisogno di essere rassicurato che niente sia stato lasciato al caso.

 

L'area sarà attrezzata con numerosi punti ristoro per food & beverage che saranno gestiti direttamente dalla location. Vi sarà di sicuro un punto vendita dove trovare tutto il merchandising ufficiale del festival e delle band. Saranno presenti anche gli stand dei nostri media partner e stiamo cercando di allestire un'apposita zona per i meet & greet con tutte le band.

 

Dietro le quinte del Battlefield Metal Fest troviamo Truck Me Hard, agenzia che tu sei qui a rappresentare oggi, che aveva debuttato in questo ambito contribuendo a realizzare la prima edizione dello SpazioRock.it Festival. Quanto e come ha influito aver già lavorato ad un evento come quello nel tirar su questo?

 

Beh lo SpazioRock.it Festival 2016 è stata un'esperienza fantastica sotto tutti i punti di vista: artistico, personale ed umano. Esperienze così ti restano nel cuore e ti danno la consapevolezza che se ci metti passione nulla è impossibile.

 

Qualche anticipazione sulla vostra prossima impresa?

 

Non posso non citare il "Porto Antico Metal Fest" che si terrà a Genova il prossimo 29 luglio e che vedrà esibirsi sul palco, tra gli altri, band del calibro di Arcutus, Sadist e Mortuary Drape. Poi ovviamente siamo già al lavoro per l'edizione 2018 del Battlefield... ma che resti tra noi!




Speciale
PREMIERE: guarda il video di "The Arsonist" dei Von Hertzen Brothers

Intervista
Satyricon: Frost

Recensione
Foo Fighters - Concrete And Gold

Speciale
PREMIERE: guarda il video tratto dal nuovo singolo "Spectral Drum Down" degli Stage Of Reality

Speciale
Megadeth (David Ellefson)

LiveReport
Paul Weller - A Kind Revolution Tour - Bologna 10/09/17