Ivan Mihaljevic (Ivan Mihaljevic)
Da un insolito paese per la scena rock/metal, ecco a voi un giovane e promettente chitarrista, che, seppur nell'ombra, ha già raggiunto dei risultati di tutto rispetto: SpazioRock ha intervistato il croato Ivan Mihaljevic. Buona lettura!
Articolo a cura di Alessandra Leoni - Pubblicata in data: 10/02/10
Ciao Ivan, prima di tutto benvenuto su SpazioRock. Siamo lieti di averti qui.


Grazie! Ne sono felice anche io!


Prima di tutto, ti presenteresti e mi diresti qualcosa di più di te e della tua carriera?


Sono un musicista - chitarrista, cantante e compositore - di Zagabria, in Croazia. Suono in una band chiamata Hard Time e ho un progetto solista, dal quale ho fatto un album, "Sandcastle" nel 2008 e presto uscirà anche il seguito.


"Sandcastle" è uscito nel 2008 e ora stai lavorando sul secondo album "Destination Unknown". Che cosa dovremmo aspettarci dal tuo nuovo album?


L'album è terminato e sto cercando l'etichetta giusta per farlo uscire al momento. E' stilisticamente parecchio differente! Sono molto soddisfatto di come sia venuto fuori. Ci sono molte più canzoni cantate rispetto a "Sandcastle".


Chi sono i musicisti sia in "Sandcastle" che in "Destination Unknown"? Me li presenteresti?


Certo! "Sandcastle" è stato registrato con Majkl Jagunic al basso e Craig Devine alla batteria. Gli ospiti erano Igor Tatarevic alle tastiere e John Denner alla chitarra.
"Destination Unknown" è stato registrato con la mia band Side Effects, i cui componenti sono Alen Frljak alla batteria e Majkl Jagunic al basso. Questa volta ho avuto più ospiti: Phil Hilborne, Brett Garsed, John Denner, Igot Tatarevic, Marko Osmanovic, Danko Krznaric e Josip Mihaljevic.


Come hai fatto ad entrare negli Hard Time? Com'è stato suonare al Wacken Open Air, probabilmente uno dei più grandi festival metal al mondo?


A quei tempi il loro chitarrista non poteva suonare a Wacken, quindi hanno contattato me una settimana prima dello show per rimpiazzarlo. Ho imparato tutte le canzoni in due giorni, abbiamo fatto un paio di prove e siamo andati in Germania a suonare a Wacken! E' stata un'esperienza fantastica, specialmente per il fatto che avevo solo diciotto anni all'epoca. Un anno dopo la band si è separata dal chitarrista e io ho avuto il posto permanente.

ivanmiha_intervista_01_2010
So che stai lavorando ad un nuovo album degli Hard Time. Potresti anticiparci qualcosa di succoso al riguardo?


Sarà più pesante rispetto a quanto mai fatto dagli Hard Time! La band suona meglio che mai e le canzoni sono energizzanti. Presto uscirà il primo singolo!


La Croazia è un posto insolito per la musica hard rock. Non conosco nessuna band metal/rock dal tuo paese, eccetto gli Hard Time. C'è qualsiasi altra band rock/metal croata che vale la pena ascoltare?


Si, a tal proposito ci sono un po' di band buone! Ma è letteralmente impossibile riuscire a vivere solo di questa musica in Croazia.
Ti dirò un po' di band non molto conosciute, secondo me sono fantastiche! Per chi ama il rock dovrebbe assolutamente ascoltare i Cota G4, gli Off Duty ed il mio amico chitarrista Alen Brentini. E per chi apprezza musica un po' più aggressiva come il metal, dovrebbe assolutamente prestare orecchio agli Inciter!


Dimmi un po' la cultura musicale in Croazia: da quel che so, la gente lì ascolta musica dance, mescolata a della strana musica folk.


Si, hai ragione e odio quel genere. Ma ci sono ancora un po' di fan della buona vecchia musica rock in Croazia!


Hai suonato una canzone con Les Paul, che se n'è andato tristemente lo scorso Agosto. Come ti sei sentito riguardo questa perdita? Il 2009 ha avuto un po' troppe morti.


Les Paul ha reso la mia musica possibile. Se non fosse stato per lui, non avremmo la chitarra elettrica o la possibilità di fare sovraregistrazioni . E' stato un grande musicista ed un inventore molto ispirato. Ha lasciato il segno in questo mondo e non sarà mai dimenticato!


Quali sono i tuoi chitarristi preferiti? I miei sono Tony Iommi, John Petrucci, Ritchie Blackmore e anche Eddie Van Halen e Brian May.


Hai dei bei gusti! Infatti ce ne sono parecchi che mi piacciono. A parte quelli che hai citato, sono un grande fan di Steve Morse, Steve Lukather, Satriani e Vai, Richie Kotzen, Paul Gilbert, David Gilmour e tanti altri. Potrei parlare tutto il giorno di queste cose!


So che sei un istruttore di chitarra, quindi vorrei chiederti questo: la mia famiglia mi ha sempre detto che sono piuttosto grande - ho quasi 21 anni! - per imparare come si deve a suonare la chitarra e che avrei dovuto iniziare da piccola. Da istruttore di chitarra che cosa pensi di questo cliché?


Puoi sempre imparare a suonare! Quel che serve è forza di volontà e determinazione. E certamente, un po' di talento!


Hai in programma un tour solista o con gli Hard Time, in futuro?


Certo, sto programmando un tour solista in Croazia e spero anche un tour al di fuori del mio paese, una volta che l'album sarà pubblicato. Gli Hard Time stanno organizzando un tour una volta finite le registrazioni per il nuovo album.


 

ivanmiha_intervista_02_2010

 


Ora è terminata l'intervista. Vorresti lasciare un messaggio ai nostri lettori di SpazioRock ed ai tuoi fan?


"Keep on rocking" con SpazioRock in questo mondo libero! Spero di vedervi tutti presto in Italia! Per favore, visitate il mio sito web www.ivanmihaljevic.com.


Grazie mille per la tua pazienza ed il tuo tempo. Speriamo di vederti in Italia un giorno.




Intervista
Cindy Blackman Santana: Cindy Blackman Santana

Speciale
L'angolo oscuro #11

Speciale
Stardust - Highway To Heartbreak

Speciale
Sinner's Blood - The Mirror Star

Speciale
Keep Playing, Eddie!

Speciale
Intervista - The Blackmordia (Peter; Max)