Fergie Frederiksen (Fergie Frederiksen)
In occasione dell'uscita di "Happiness Is The Road" abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Fergie Frederiksen, una delle voci più carismatiche del rock e ai più noto come la voce dei Toto nel periodo di "Isolation". Buona lettura!
Articolo a cura di Andrea Mariano - Pubblicata in data: 20/10/11

Ciao Fergie, benvenuto su SpazioRock! Come stai? Il 14 ottobre uscirà il tuo nuovo album “Happiness Is The Road”. Come mai questo titolo? Io personalmente l'ho interpretato come la felicità sia fondamentalmente nello sfruttare e godere al meglio ogni cosa, ogni avvenimento si presenti a noi giorno per giorno, dalla cosa in apparenza più banale ed insignificante agli eventi più eclatanti.


Hai un buon concetto di felicità. Tutti noi dovremmo maggiormente "goderci il momento". Tutti noi vogliamo il meglio per noi stessi ed i nostri cari, ma spesso non apprezziamo quel che abbiamo. Mi sento molto fortunato per tutte le cose che la vita mi dona. Ho vissuto seguendo questo ragionamento per un anno o giù di li prima che mi venisse diagnosticato il cancro, ed ancora penso a questo ogni giorno. Se avessimo giusto il tempo per accorgerci di quanto siamo benedetti solo per il fatto di essere qui, non ci lamenteremmo delle piccole cose. Un po' di fede non guasta mai. Funziona! 


Troppo “cervellotica” la mia interpretazione del titolo?


La tua interpretazione è praticamente corretta. Divertirsi equivale ad esser benedetti dal mio punto di vista.


L'album è permeato da un'atmosfera ed un sound che rimandano agli anni '80, periodo per te particolarmente prolifico. Nonostante ciò, le canzoni risultano molto fresche e per nulla anacronistiche...


Dobbiamo ringraziare Serafino (Perugino, fondatore della Frontiers Record, ndr). Abbiamo parlato riguardo al fare un CD con lui raccogliendo le canzoni e alla mia approvazione ho detto "andiamo a farlo". Io rispetto Serafino e so che lui ha una buona visione su quello che viene considerato Rock Melodico. Questo è il suo lavoro e lo fa bene. Frontiers e Serafino sono stati davvero solidali e comprensivi durante la lavorazione del CD. Amo quelli della Frontiers. Belle persone ed una grande etichetta.


fergiefrederiksen_interview_2011_02Come si è svolta la creazione dei brani? Partivi da una melodia che magari avevi in testa, oppure tutto è nato dai testi?


Quando scrivo canzoni generalmente iniziano con un "aggancio", quindi mi sposto in una melodia. Quando scrivo assieme a Jim Peterik, di solito iniziamo con un'idea per il ritornello e Jimbo comincia con questa.


So che i tempi recenti non sono stati facili per te. Ora come stai? La registrazione di “Happines Is The Road” in qualche modo è stata una sorta di terapia per il tuo morale?


Non sono acompletamente fuori pericolo. Abbiamo eliminato ogni cosa presente nel mio fegato e pare che l'epatite non si sia diffusa altrove, ma c'è un coagulo nella mia vena e non c'è possibilità di trattarlo. Le operazioni le ho fatte per il fegato, ma non c'è modo di arrivare al coagulo. Sto pregando perché qualche genio inventi un trattamento piccolo abbastanza da arrivare alla vena. Se questo sarà possibile, spaccheremo il culo al coagulo. Fino ad allora mi sento bene. I medicinali che prendo hanno alcune controindicazioni ma questa è l'unica alternativa!


Come era l'atmosfera durante le sessioni di registrazione? C'è qualche aneddoto particolare che ricordi?


Le registrazioni sono state dure per gran parte del tempo. Ci son stati giorni in cui io dovevo andermene dopo solo un paio di minuti a causa delle controindicazioni dei medicinali e delle operazioni, ma con la pazienza di Pamel e Dugan, i miei vocal producer, ce l'ho fatta.


Hai in programma un tour? Se si, arriverai anche in Italia?


Tommy Denader ed io stiamo lavorando su un tour per novembre in Svezia, Danimarca e Norvegia. Non è ancora confermato ma spero per questa settimana. Dopo vorremmo fare un viaggio dalle vostre parti, e devo dire che è da un bel po' che stiamo pensandoci, penso verso la primavera. Non vedo l'ora di farlo. È una parte della mia "lista di cose da fare prima di morire" se vuoi.


Nel 1984 sei stato il cantante dei Toto durante l'era di “Isolation”, e nonostante la collaborazione tra voi sia stata breve, mi pare di capire che i rapporti sono rimasti molto buoni. Cosa ricordi in particolare di quel periodo? Nel corso di questi anni con chi ti sei tenuto maggiormente in contatto?


Luke ed io parliamo ogni due mesi, e Bobby ed io parliamo circa ogni mese. Mi manca Jeff e nonn parlo con David da davvero tantissimo tempo. Steve ed io parliamo una volta ogni tanto, e sicuramente mi manca moltissimo parlare con Mike. Le mie preghiere sono con lui e la sua famiglia. Ci sono stati tanti bei momenti. Principalmente piccole cose. Luke è uno dei personaggi più divertenti che tu possa mai incontrare. È perspicace ed anche esilarante. Molte cose sono da considerarsi "xxx", ma le salvo perché accadute nei momenti giusti. Non proprio cose da scrivere, se capisci quel che voglio dire.


Oltre all'esperienza coi Toto, durante la tua carriera hai collaborato con numerosissimi artisti e band: c'è un momento, un episodio, un aneddoto che ancora oggi ricordi in maniera particolare?


Ora sono all'aeroporto di New Orleans. Domani farò uno show per "The Voices Of The Wet Lands". Il mio periodo con i LeRoux è uno dei ricordi più belli che ho: dalla musica alla gente alla fantastica atmosferra in Baton Rouge e New Orleans, grandi esperienze di pesca e roba semplicemente divertente. Grande band e persone ancor migliori.


fergiefrederiksen_interview_2011_04


Se avessi la possibilità di tornare indietro nel tempo, c'è qualcosa che cambieresti nella tua carriera e nella tua vita?


Se potessi tornare indietro pvorrei cambiare un'unica, grande cosa: vorrei saltare un breve periodo di tossicodipendenza. È stato questo che mi ha causato l'Epatite C che ho eliminato, ma è anche una delle cose per cui ora ho il Cancro. Prego che ogni persona abbia intenzione di drogarsi non faccia gli stessi errori che ho fatto io.


Bene Fergie, grazie mille per il tuo tempo e per la tua disponibilità. Se vuoi, puoi salutare i nostri lettori ed i tuoi fans!


Vorrei ringraziare tutti per le loro preghiere e che vogliono il meglio per me. Non ho ancora trascorso abbastanza tempo in Italia e spero di farlo il più presto possibile. L'Italia è un posto meraviglioso e spero di divertirmi con tutti voi presto.




Speciale
PREMIERE: guarda il video di "Black Ink"

Intervista
Opeth: Fredrik Åkesson

Speciale
ESCLUSIVA: ascolta lo streaming di "Il Primo Uomo Sulla Luna"

LiveReport
Nightwish - Decades World Tour - Assago (MI) 04/12/18

Speciale
ESCLUSIVA: ascolta lo streaming de "Il Vento"

Speciale
PREMIERE: guarda il video di "Nowhere Latitude"