The Dandy Warhols (Courtney Taylor)
La band guidata da Courtney Taylor ha fatto tappa ieri a Milano, e suonerà a Bologna questa sera. A voi la nostra intervista!
Articolo a cura di Mattia Schiavone - Pubblicata in data: 17/09/19

Traduzione a cura di Giulia Franceschini

 

Ciao Courtney, benvenuto su SpazioRock, come va?

 

Alla grande, sono molto rilassato e sto facendo questa intervista, non potrei stare meglio.

 

A gennaio avete pubblicato il vostro nuovo album "Why You So Crazy". Siete soddisfatti della risposta che avete ricevuto dai fan?

 

Tantissimo, abbiamo ricevuto un sacco di reazioni positive e di stupore, e l'unica lamentela che ho sentito mi è anche piaciuta.

 

Come definiresti questo album con tre parole?

 

Folle folle folle.

 

Quest'anno festeggiate il 25esimo anniversario della band. Come ti senti se pensi a tutti questi anni che avete passato insieme?

 

Mi gira la testa. Sembra davvero un sacco di tempo, ma noi ci sentiamo come se avessimo appena iniziato. Zia ci ricorda spesso di quando Daniel Ash gli disse che i Love and Rockets esistevano da 8 anni ed era shoccata da questa cosa. "Come si fa a tenere insieme una band per così tanto tempo?". Ha detto questo.

 

Durante la vostra carriera avete pubblicato tanti album. Come scegliete le canzoni migliori che andranno a far parte della setlist dei vostri concerti?

 

Scegliamo un paio di canzoni per album. Alcune canzoni non funzionano più live, quando succede questo le eliminiamo e le sostituiamo con altre, o nel migliore dei casi impariamo una canzone che non abbiamo mai suonato.

  

thedandywarholsinterv2019int
  

Qual è la cosa più pazza che vi sia mai successa durante un concerto?

 

Siamo l'unica band che sia mai salita sul palco durante un concerto di Bowie e che abbia suonato una canzone con lui. Quello è stato incredibile.

 

Come sono andate le date di quest'anno?

 

Siamo in Italia per il matrimonio di un amico, quindi abbiamo preso un paio di date. Abbiamo fatto  concerti nel nord Europa e in UK a gennaio, quello è stato il periodo più impegnativo, ma poi abbiamo avuto 9 mesi di pausa praticamente.


Domani suonerete a Bologna. Come sarà il vostro show, cosa vi aspettate?

 

Mi aspetto del gran casino, caldo e sudore, mi aspetto degli italiani molto molto sexy.


L'aspetto migliore e quello peggiore dell'essere in tour per tanto tempo?

 

Non mi ricordo.

 

Piani per il futuro?

 

Abbiamo un paio di dischi in lavorazione, ma è davvero difficile riuscire a lavorarci tutti insieme.

 

Di solito riuscite a scrivere musica nuova mentre siete in tour o preferite farlo quando siete a casa?

 

Scriviamo tutti quando siamo a casa, principalmente. Abbiamo il nostro studio di registrazione, ma ognuno ha anche il proprio studio casalingo, che è il luogo poi dove nascono le prime tracce. A un certo punto queste vengono caricate sul computer della band e ci suoniamo su un paio d'anni, finché non ci sembrano pronte.


Il vostro nome è ispirato all'artista Andy Warhol. Che rapporto avete con l'arte e la pittura?

 

Il mio pittore preferito è René Magritte, nel caso te lo stessi chiedendo. Se stai in tour un po', anche il peggiore dei filistei finirebbe in un numero di musei sufficiente da fargli formare un'opinione riguardo la pittura. Amo anche gli artisti che fanno graffiti. Conosci GALO? Lui è un nostro caro amico.


Questa era l'ultima domanda, grazie mille per il tuo tempo!

 

Grazie anche a voi, grazie per il vostro interesse. Siamo contentissimi di avere queste date in Italia! Pace!




Recensione
Alter Bridge - Walk The Sky

LiveReport
Volbeat - Rewind, Replay, Rebound World Tour - Milano 14/10/19

LiveReport
Pixies - UK & Europe Tour 2019 - Bologna 11/10/19

Recensione
Nick Cave & The Bad Seeds - Ghosteen

Videointervista
Lacuna Coil: Cristina Scabbia, Andrea Ferro

Recensione
Lacuna Coil - Black Anima