Killswitch Engage (Justin Foley)
In occasione della loro data milanese dello scorso 15 giugno, abbiamo raggiunto all'Alcatraz i Killswitch Engage. Ecco cosa ci ha rivelato Justin su "Incarnate", ultima fatica della band.
Articolo a cura di SpazioRock - Pubblicata in data: 26/06/16

Articolo a cura di Carolina Bollani 

 

Ciao Justin! Benvenuto su SpazioRock!
Come stai? Come è stato il vostro show ieri sera e come è andato il viaggio?

 

Stiamo bene grazie! Ieri sera è stato davvero fantastico, eravamo a Budapest. Il pubblico era stupendo e penso sia stato il miglior show del tour fino ad ora, veramente bellissimo.

 

Grande! Spero potrete dire lo stesso dello show di stasera!
Siete in tour da Marzo di quest'anno per promuovere "Incarnate", il vostro nuovo album. Avete avuto qualche concerto in America con i Memphis May Fire e i 36 Crazyfists. Come è stata la prima risposta del pubblico americano al nuovo album e com'è quella del pubblico europeo?

 

È stata piuttosto buona direi! Abbiamo lavorato davvero tanto sui nuovi brani e stiamo ancora cercando di capire quali di questi funzionano meglio in una situazione live e quali invece sono "meh". Però comunque sta andando tutto bene e questa è una cosa molto bella. È fantastico quando finalmente si pubblica del nuovo materiale e lo si suona in giro perché si ha qualcosa di nuovo da aggiungere alla set list ed è una cosa in più per cui essere emozionati ed eccitati.
Finora il tour è andato più o meno allo stesso modo, sempre bene, abbiamo sempre una risposta entusiasta alle nuove canzoni che suoniamo e quindi questa cosa ci fa davvero piacere.

 

Quali sono quindi le canzoni che secondo voi ottengono una risposta migliore dal pubblico finora?

 

Probabilmente delle nuove sono "Strenght od the Mind" e "Hate by Design".Queste due sembrano davvero piacere al pubblico che le canta con noi ed è davvero stupendo.

 

Il vostro ultimo album è basato, come avete dichiarato, principalmente su esperienze e sentimenti personali. Secondo voi quanto è importante scrivere musica su questi argomenti piuttosto che concentrarsi su altre tematiche magari lontane dalla realtà o totalmente di finzione?

 

Beh per noi è davvero importante!Per Jesse soprattutto, che scrive tutti i testi, perché lui ha bisogno di salire sul palco e cantare qualcosa che sente davvero come suo e quando lo fa riesce a dare il meglio di sé. Quando sta raccontando qualcosa di davvero personale canta e riesce davvero a trasmettere le emozioni al pubblico, è davvero molto importante per lui cantare di cose che abbiano un significato profondo per lui o che lo appassionano.

Quindi ho capito che è importante per voi, ma pensate che sia importante anche per il pubblico?

 

Penso proprio di sì, penso che anche il pubblico si senta veramente coinvolto. In più per esempio se Jesse pensa ad una cosa per scrivere il testo di una canzone e poi qualcuno la ascolta ciascuno poi ci si ritrova in qualche modo, in questa maniera si viene a creare un legame molto più forte tra pubblico e band di quanto non succederebbe con altre tematiche.
Penso che sia importante per riuscire a raggiungere davvero le persone.

 

L'artwork di "Incarnate" mi ha davvero affascinato e ho passato un po' di tempo a fissarlo cercando di capire quale fosse il suo significato dal momento che avete inserito anche degli elementi simbolici come i serpenti. Cosa stanno a significare e da dove vi è venuta l'idea?

 

L'idea è venuta da un sogno di Jesse, un incubo stranissimo in realtà, su più o meno quello che è raffigurato sulla copertina. Quindi ha avuto questa idea e il progetto si è sviluppato da li e si adattava bene a ciò su cui aveva deciso di scrivere i testi. Io personalmente, penso anche che sia la miglior copertina tra tutte quelle dei nostri album, penso che sia davvero grandiosa!
Raffigura due serpenti su una gru ma non penso ci sia un significato particolare, deriva come ho detto dal sogno di Jesse, comunque si vede questo uccello elegantissimo che viene attaccato da due serpenti quindi posso pensare che significhi che c'è qualcosa di brutto o di velenoso che cerca di raggiungerti e da cui tu vorresti sfuggire. Questa è la mia interpretazione ma la cosa bella della musica e dell'arte è che ognuno può dare la propria interpretazione delle cose e nessuna di queste sarà sbagliata!

 

Siete stati coinvolti abbastanza spesso in alcuni progetti con HBO, WWE e perfino nel cinema con "Freddy vs Jason" e l'ultimo episodio di "Star Wars". È piuttosto raro vedere delle band metal in progetti così mainstream: come mai avete deciso di cimentarvi in queste cose? Avete in programma qualcos'altro in questo ambiente?

 

Per la maggior parte, le cose che hai citato ci sono state proposte. Per esempio quelli della HBO sono venuti da noi, così come anche quelli della WWE, e ci hanno chiesto di fare la canzone. Non so come ci trovino però è davvero divertente partecipare a questi progetti, provare a fare cose nuove e raggiungere persone che altrimenti non avrebbero mai sentito di noi. Tutti questi ambienti hanno davvero un pubblico di dimensioni sterminate e quindi più persone raggiungi meglio è e quindi siamo sempre contenti di fare queste cose. Al momento, che io sappia, non abbiamo nulla di nuovo all'orizzonte ma speriamo che qualcosa salti fuori perché è davvero divertente lavorare a cose come videogames ecc perché anche in questo caso il pubblico è vastissimo.

 


Ma toglimi una curiosità: siete dan di Game of Thrones e di Star Wars?

 

Ti devo confessare che io ho appena iniziato a guardare Game of Thrones, quindi sono davvero indietro!

 

Continua assolutamente!

 

Lo so, lo so devo recuperare!

 

Tornando all'album... Come avete percepito il contributo di Jesse Leach al processo compositivo del disco dopo il suo ritorno nella band?

 

Oh è fantastico! Lui è davvero bravo e mette molta passione in quello che fa, davvero vive tutte le emozioni in modo molto forte e mette tutto se stesso nello scrivere e in quello che compone. Vuole che sia tutto perfetto e vuole che tutto riesca ad avere un forte impatto e quindi è davvero bellissimo. Ha una grande energia ed è bello averlo in generale nel gruppo perché sappiamo che quando scriviamo nuovi pezzi, con il suo contributo e i suoi testi diventeranno qualcosa di ancora più bello.

 

Nei prossimi mesi avete in programma di suonare in alcuni festival musicali molto importanti. Pensate di trovare anche il tempo di scrivere e comporre del nuovo materiale?

 

Mmmm, non lo so. Non siamo tanto bravi a scrivere mentre siamo impegnati con i tour. Di solito abbiamo bisogno di essere a casa per farlo ma sto già iniziando a sentire il "prurito", la voglia di scrivere qualcosa di nuovo quindi magari quando avremo una pausa inizieremo. Però per quanto riguarda i mesi in cui saremo in tour non credo saremo in grado di fare entrambe le cose contemporaneamente.

 

Preferite quindi tenere separati questi due aspetti.

 

Sì esatto per avere l'ispirazione dobbiamo essere a casa, rilassati, e non essere sul tour bus o andare nei clubs o cose così.

 

Preferite essere a casa rilassati o magari invece in studio più concentrati?

 

No penso che sia meglio quando siamo rilassati, mentre non ci pensi magari ti salta in mente un riff e da li ti metti a scriverlo o a registrarlo con quello che capita e poi si può trasformare in un nuovo pezzo oppure finire in niente. Una volta che andiamo in studio ormai è tutto pronto, registriamo e basta, tendenzialmente tendiamo a non comporre quando siamo in studio.

 

Ci sono un sacco di persone fuori che stanno aspettando di entrare... Siete contenti di suonare di nuovo per il pubblico italiano dopo qualche anno di assenza?

 

Sì certo! È passato un po' di tempo... Saranno passati ormai due o tre anni.

 

Sì, l'ultima vostra volta in Italia penso fosse nel 2013.

 

Esatto. In realtà l'anno scorso non siamo proprio venuti nemmeno in Europa, da nessuna parte e quindi non siamo qui da un po'. Quindi è stato bello tornare e sono sicuro che sarà stupendo stasera, tutti gli show finora sono stati davvero fantastici.
Entrando ho incontrato qualche persona fuori ed erano tutti molto carini e esaltati per il concerto e quindi cosa si può chiedere di meglio?

 

Ok, ho finito le mie domande. Vuoi lasciare un saluto ai fan e ai lettori di SpazioRock?

 

Vorrei dire grazie, davvero grazie. Perché come sempre non avremmo potuto fare nulla senza i fan. Siamo sempre stupiti positivamente di come i fan ci seguano, siete stati fantastici in tutti questi anni... Quindi ancora grazie!

Grazie a voi!
Buon divertimento per stasera!




Intervista
MR BIG: Eric Martin

LiveReport
Pistoia Blues Festival: Steve Hackett & more - Pistoia 14/07/18

Speciale
ESCLUSIVA: ascolta lo streaming de "Il Disco Di Praino"

Speciale
Home Festival 2018: tutte le informazioni utili

LiveReport
Alice In Chains - Tour 2018 - Sesto San Giovanni (MI) 10/07/18

LiveReport
Iron Maiden - Legacy Of The Beast Tour - Milano 09/07/18