Run Chicken Run (Paolo Scarabotti)

Il prossimo 15 Giugno al Langhe Rock Festival 2019 ci saranno anche loro, i Run Chicken Run. In apertura ai Lacuna Coil, la band è pronta a travolgervi con il loro hard rock! 

Articolo a cura di SpazioRock - Pubblicata in data: 12/06/19

Ciao ragazzi, benvenuti sulle pagine di SpazioRock.it. Come state?

Alla grande!

Il prossimo 15 giugno salirete sul palco del Langhe Rock Festival, headliner i Lacuna Coil, come vi immaginate quel giorno? Quali sono le vostre sensazioni?

Siamo molto felici di avere l’opportunità di salire su un palco di alto livello come quello che ci aspetta al Langhe Rock Festival ed è un onore poter essere supporto ad un grandissimo gruppo come i Lacuna Coil.

Raccontate brevemente la vostra storia: da quando siete nati come band al vostro ultimo traguardo artistico.

La band nasce nel 2014 quasi per gioco, ma vediamo subito che funziona. Iniziamo così a scrivere canzoni e nel giro di un paio di anni riusciamo ad essere messi sotto contratto da un'agenzia, cosa che ci permetterà di iniziare a salire su palchi importanti supportando artisti del calibro di Nanowar of Steel, Oliver Dawson Saxon, Diamond Head, Thomas Silver, Stef Burns ed ultimo solamente in ordine cronologico Pino Scotto.

Avete già alle spalle due album in studio e ora state pensando al terzo album della band. Ci date qualche anticipazione? Come sarà?

Sarà un album ruvido e potente, come lo sono anche gli altri due già usciti, simili ma diversi. Se vanno in porto le trattative che stiamo conducendo per la realizzazione (e sicuramente succederà) sarà ad un livello altissimo.

Come descrivereste il vostro sound?

Il nostro sound è essenziale, potente, trascinante e soprattutto divertente… visto che siamo noi i primi a divertirci.

Quanto è difficile per una band seguire le logiche del panorama musicale italiano ed far valere il proprio punto di vista artistico?

Molto difficile, noi ci muoviamo in una nicchia nella quale siamo perfettamente centrati, ma resta una nicchia, il mainstream ha ben altre dinamiche.

Chi ha scelto il nome della band e perchè?

Il nome della band nasce da un episodio in cui in un pollificio, un pollo riesce a fuggire dalla catena di macellazione e correndo riesce a sopravvivere per un altro giorno, che in una vita media di un pollo pari a 56 giorni, un giorno in più non è poca cosa. Corri pollo e lotta con tutte le tue forze per ottenere quello che vuoi anche contro ogni possibile previsione, è l’unica via.

C'è qualche musicista o band particolare con cui vorreste collaborare?

Ci piacerebbe collaborare sicuramente con AC/DC, Guns’n’Roses ed Airbourne, che sono le nostre principali influenze.

rcr_567 

 

Come vi presentereste a chi non ha mai sentito parlare di voi?

Facciamo del buon vecchio hard roock, niente fronzoli e tutto divertimento.

Elencate tre buoni motivi per conoscere ed ascoltare la vostra musica.

La nostra musica è divertente, trascinante e fatta col cuore… e poi gli AC/DC ormai faranno solo un altro album e non più, cos’altro volete ascoltare dopo se non noi?

Come vi vedete tra 5 anni?

Su un palco a suonare e divertirci come ora.

Raccontateci un evento divertente che avete vissuto insieme come band.  

Una trasferta per un concerto fatta con il camper del 1992 di Leonardo. Velocità di punta 90Km/H. Un’odissea che non si può riassumere in poche righe. Forse un giorno ci scriveremo un pezzo.

Volete lasciare un saluto ai lettori di SpazioRock? Invitateli al langhe in maniera originale!

Vi aspettiamo sotto il palco per divertirci insieme. Non fate i polli!

 

langherock_03 




Speciale
Sei valide ragioni per partecipare al Copenhell

LiveReport
Sziget 2019: la 27esima rivoluzione dell'amore - Budapest 07/08/19

Intervista
Twilight Force: Alessandro Conti (Allyon)

Recensione
Equilibrium - Renegades

Recensione
Slipknot - We Are Not Your Kind

LiveReport
Metal for Emergency 2019: Anthrax, Destrage & more - Filago 04/08/19