Metal for Emergency 2019: Anthrax, Destrage & more
04/08/19 - Filagosto Festival, Filago


Articolo a cura di Marta Scamozzi

Il Metal for Emergency è tradizionalmente una delle poche consolazioni per tutti quelli che, per un motivo o per l'altro, la prima settimana di agosto si ritrovano a sopportare la canicola della pianura. La location scelta per l'edizione 2019 è incredibilmente suggestiva: un campo nei pressi di Bergamo, in mezzo alla natura, con le Prealpi in lontananza. Il festival è organizzato egregiamente e l'area è organizzata con cura: le code per l'ingresso, per i chioschi e per i numerosi stand sono pressoché inesistenti per la maggior parte del tempo - con l'unica comprensibile eccezione della coda per la birra davanti al bar. La giornata è splendida, la temperatura alta ma sopportabile e il festival brulica di ogni tipo di metallari - fino ad arrivare ai bambini - tutti pronti a godersi una sfilza di ottimo metal italiano, in attesa degli Anthrax, punta di diamante di questa edizione.

 

La staffetta metal inizia nel pomeriggio con i Klogr. L'orario non particolarmente favorevole non inficia affatto l'esibizione della band di Carpi, che intrattiene con energia e del buon alternative metal una folla già abbastanza folta. Tocca poi alle Killin' Baudelaire prendere possesso del palco. Le ragazze offrono indubbiamente una performance interessante, a tratti molto coinvolgente e, sicuramente, piacevole agli occhi. Nonostante l'offerta musicale del quartetto non sia decisamente variegata e particolare, il verdetto finale è sicuramente positivo. La voce di Martina Ungarelli delizia la folla con un timbro non particolarmente originale, ma potente e preciso. La distorsione delle chitarre è pungente, e la batteria decisa. La performance delle Killin' Baudelaire è caratterizzata da un grande carisma e da un'originalità migliorabile. Tutto sommato, il concerto risulta essere sopra la sufficienza.

 

killingbaudelaire01filagosto4.08.2019_01

 

 

I Methedras offrono una performance di livello decisamente alto. Il genere che propongono è ibrido e interessante, a cavallo tra il thrash e il death, e favorisce un circle pit vorticosi. La formazione è accompagnata da una singola chitarra, caratteristica che rende il sound particolarmente chiaro e ne evidenzia la distorsione.  Il quartetto rende perfettamente giustizia al metal italiano e non sbaglia un colpo sul palco, complice anche l'esperienza accumulata in 22 anni di attività sulla scena internazionale.



Gli Skanners infiammano ulteriormente le danze, Freschi del release di "Temptation" lo scorso diciannove luglio, la proposta degli Scanners è cruda ma melodica. Chi si trova davanti al palco ha la possibilità di godersi un concerto offerto da una delle band più longeve e storiche in Italia. Per i veterani del Metal, gli Skanners si rivelano essere una conferma, mentre per i più giovani assumono indubbiamente il ruolo di un'importante scoperta. Parlando esclusivamente di qualità, il concerto degli Skanners è unon tra i meglio riusciti al Metal For Emergency 2019, complice anche un sound leggermente migliore rispetto a quello delle band precedenti.

 
Non c'è mai niente di lontanamente negativo che si possa dire su una performance dei Destrage. Anche in questo caso, essi si rivelano una conferma: indubbiamente tra le migliori band metal italiane, i milanesi non sbagliano un colpo e rilasciano quell'energia che li caratterizza dalla prima all'ultima nota. L'energia sul palco è tale da coinvolgere il pubblico anche visivamente, grazie al movimento continuo e all'atteggiamento coinvolto dei musicisti, rivelando anche una grande presenza di fan della band nel parterre. Sicuramente, un'altra esibizione da annoverare tra i migliori momenti di questo Metal For Emergency.

 

destrage06filagosto4.08.2019 

 

Il gruppo americano non tradisce le aspettative, nonostante queste fossero alte fin dall'inizio. I numerosi anni di attività non sono abbastanza per far pensare a un qualche tipo di tracollo, e gli Anthrax suonano con una precisione e un'energia fuori dal comune, dimostrando cosa significhi essere leggende e fuoriclasse. Joey Belladonna e Scott Ian si confermano dei personaggi instancabili, portatori di una qualità musicale elevatissima e sostenuti da un ottimo sound. Non è scontato tenere in alto la bandiera di headliner, considerato la qualità generale delle performance precedenti. Gli Anthrax, ad ogni modo, ci riescono alla grande.

 

anthrax09filagosto4.08.2019 

 

Basta girarsi un secondo, e le teste del pubblico accorso a questo Metal For Emergency si estendono a perdita d'occhio su tutta l'area del festival. Il pubblico è in visibilio e restituisce tutta l'energia che arriva dal palco, in particolare su brani come la violenta apertura di "Caught in a Mosh" o su altri pezzi storici come "Antisocial".

Un'incredibile chiusura e un meritatissimo traguardo per il Metal For Emergency, che si conferma un appuntamento imperdibile nell'estate metal italiana.

 

Clicca qui per guardare la gallery completa!




Intervista
Twilight Force: Alessandro Conti (Allyon)

Recensione
Equilibrium - Renegades

Recensione
Slipknot - We Are Not Your Kind

LiveReport
Metal for Emergency 2019: Anthrax, Destrage & more - Filago 04/08/19

Speciale
Le rinascite di Bruce Dickinson

LiveReport
Hellfest 2019 Day 1 - Gojira, Dropkick Murphys and more - Clisson, Francia 21/06/19