Attualità
Motorhead, Mikkey Dee: "Voglio ricordare Lemmy per tutte le cose che ha fatto nella sua vita..."


pubblicato in data 10/10/17 da Laura Faccenda

All’ultima edizione del “Bowl For Ronnie”, tenutasi lo scorso 6 ottobre presso Studio City (California), Eric Blair del programma "The Blairing Out With Eric Blair Show" ha intervistato Mikkey Dee, ex Motorhead e ora batterista degli Scorpions.

 

Alla domanda su come avesse affrontato la scomparsa di Lemmy Kilmister, leggendario frontman dei Motorhead, venuto a mancare il 28 dicembre 2015, Dee ha risposto: "Beh, molte persone spesso hanno definito la sua morte come una tragedia. Io lo conoscevo molto bene e ho sempre preferito ricordare quello che ha fatto durante la sua vita. Lemmy aveva una grandissima voglia di vivere, amava quello che faceva, ha girato tutto il mondo. Adorava stare sempre in giro. Una tragedia avviene quando muore una persona giovane o muore un bambino in un incidente. Lemmy ha trascorso settant’anni fra avventure, strade e autostrade. Sorrido sempre quando ci penso”.

Il batterista ha poi aggiunto: “Sono stato ieri al cimitero a trovare sia Lemmy sia Ronnie (James Dio) sia il mio vecchio amico Jimmy Brain (l’ultimo bassista dei Dio). Io voglio omaggiare la loro vita. Sono stati simboli del rock ‘n roll e sono stati felici. Ronnie è scomparso troppo presto, sì, e quando accadono queste cose ti chiedi “Perché?”… Lemmy era “preparato”, ovviamente avrei voluto averlo vicino per altri vent’anni, e come me, tantissimi altri. Tuttavia ricordo ancora quando mi disse: “Mik, se dovessi morire domani, ho vissuto una vita perfetta”.

Quando, per concludere Blair ha chiesto: “Perché il mondo non ha compreso pienamente Kilmister?”, Dee ha dichiarato: “Sai, non credo sia così. Lemmy era autentico in tutto. Non ha mai dimostrato un briciolo di falsità, né rinnegato il suo modo di vivere o di vedere il mondo. Era quello il suo modo, e il nostro e quello dei Motorhead”.

Guarda l’intera intervista dal player in alto!

 
 
mikkey_dee475