Attualitą
Phil Campbell: "Io e Lemmy non pensavamo sarebbe mai finita con i Motorhead"


pubblicato in data 19/03/18 da Simone Zangarelli

In occasione della presentazione del disco di debutto con la nuova band, Phil Campbell And The Bastard Sons, Il leggendario chitarrista dei Motorhead è tornato a parlare della scomparsa del suo amico Lemmy Killmister, dell'album uscito a gennaio e dei suoi progetti da solista.

Ai microfoni di "Full Metal Jackie", Campbell ha raccontato della creazione di "The Age Of Absurdity" con i The Bastard Sons: "Sono arrivate molte recensioni positive, sono state fantastiche. Penso che come in ogni caso provi a scrivere il meglio che puoi, volevamo creare un buon album hard rock e queste idee sono uscite fuori da quasi una vita. Proviamo solo a scrivere nuona musica, questa è la base."

Si dice che non sempre è bene entrare in affari con la propria famiglia, eppure il chitarrista ha commentato così la formazione della band con i suoi figli: "Almeno posso ricordare i loro nomi. In realtà è grandioso, abbiamo suonato insieme come una famiglia ormai da molti anni. Sono cresciuti suonando ai miei concerti nei pub e credo ci sia una buona sintonia familiare che è abbastanza indefinibile. Abbiamo dei disaccordi solo musicalmente, cerchiamo di contribuire, dire ciò che pensiamo e creare il prodotto migliore".

"Inoltre abbiamo scelto di realizzare come bonus track una cover di "Silver Machine" degli Hawkwind perché è una canzone che ho sempre amato e che facevamo con i Motorhead. Lemmy amava cantarla e la folla la amava, è stata una delle canzoni che ho suggerito alla band perché adoro ancora suonarla dopo tutti questi anni. Abbiamo avuto la fortuna di suonare con gli Hawkwind come band di supporto, e inoltre siamo stati onorati di avere Dave Brock nella nostra versione della canzone. È stato incredibile."

Oltre al lavoro con i Bastard Sons, Phil Campell è al lavoro anche su un progetto solista, così ha parlato dell'album: "ho dovuto metterlo un po' da parte in attesa di finire il disco con i Bastard sons ma ho un sacco di eroi personali ed amici nell'album che mi ritengo davvero fortunato. Non posso credere che abbiano suonato davvero nel mio disco. Ho ancora un paio di canzoni da scrivere, non so come verrà. Non so cosa si aspetta la gente, ma d'altronde è questa la cosa bella della musica, scoprire cosa c'è alla fine dell'arcobaleno. In un mondo perfetto mi piacerebbe uscisse nel 2018 ma non so se sarà possibile, è ancora in corso d'opera ma uscirà ad un certo punto".

Sul riassestamento dopo la morte dell'amico Lemmy Killmister, Campbell ha raccontato: "Ho perso il mio amico, è stato uno shock non poter più alzare il telefono per chiamarlo o dirgli di abbassare il volume del suo basso, lo facevo quasi tutti i giorni. Con i Motorhead, io e Lemmy non abbiamo mai parlato della fine della band come parlavamo del prossimo tour, canzone, videoclip o film che avremmo guardato. Non sarebbe mai finita. Sapevamo che sarebbe accaduto prima o poi ma fortunatamente avevamo la musica come terapia.

"La mia famiglia e la mia band mi ha aiutato a superare le difficoltà." Ha concluso Campbell, "Penso che Lem e tutti questi membri dei Motorhead sarebbero orgogliosi di quello che sto facendo in questo momento con i ragazzi. credo che batterebbero i loro bicchieri di birra a tempo".

 

 

phil_campbell_lemmy_killmister_475