Eliamo
Universi Alternativi

2017, TuneCore
Pop Rock

Dopo due album in lingua inglese, il giovane cantante e produttore siciliano Eliamo dà alla luce il suo primo lavoro discografico in italiano "Universi Alternativi" pubblicato il 23 settembre 2017 ed anticipato dal singolo "Brucia"
Recensione di Paolo Spera - Pubblicata in data: 04/12/17

Dopo due album in lingua inglese, il giovane cantante e produttore siciliano Eliamo dà alla luce il suo primo lavoro discografico in italiano "Universi Alternativi" pubblicato il 23 settembre 2017. Si tratta di un disco che racconta la visione del mondo dell'autore con la stessa carica anticipata dal nuovo singolo "Brucia".

 

E' la grinta di "Esplosione Nucleare" a inaugurare un lavoro corposo ed energico. Ogni brano del lotto cela una propria particolare indole e segue strutture musicali ben elaborate, spesso complesse, che fungono da sfondo ad amori infranti, ricordi poco lucidi e follia. Al giovane siciliano piace sconfinare in suoni inesplorati, mescolando un ingenuo pop rock con toni di stampo alternative rock di matrice britannica. Una delle peculiarità dell'album è sicuramente la ricerca di suoni e strumenti che, ad esempio, adornano i colorati temi di "La Dea", ballata folkloristica i cui ingredienti sonori ricordano quelli della terra nativa di Eliamo, senza ombra di dubbio costante fonte d'ispirazione ed elemento imprescendibile di ogni suo disco. Segue la title-track, ovvero il brano che più identifica l'album e che, oltre ad imprimere un'impronta pop, funge da spartiacque all'intera tracklist che cresce d'intensità brano dopo brano.

 

Sebbene trapeli come ci sia ancora strada da fare prima di raggiungere una maturità artistica ed emanciparsi da certi modelli, purtroppo a tratti ripetuti, alla ricerca di maggior originalità, uno dei meriti di Eliamo è il riuscire ad esprimere emozioni trasformando le proprie parole in "universi (musicali) alternativi" dentro i quali ogni persona può immergersi per poi lasciarsi cullare dai testi, in particolare da quelli dei brani a conclusione del disco. Il tutto si completa con un tuffo all'indietro, nel passato del cantante che, tra le righe di "Apricot Skin", ritorna a versi in lingua inglese, quasi a voler celebrare e ricordare ciò che è stato, ciò che è e ciò che, forse, un domani, sarà.

 

Ascolta QUI lo streaming! 





01. Esplosione nucleare
02. Come d'altronde accade in amore
03. Manipolazione Genetica
04. Ordinario delirio
05. Brucia
06. La dea
07. Universi alternativi
08. Ritorno nel nulla
09. Dolcissimo ricordo
10. Ti addormenti
11. Apricot skin

Speciale
PREMIERE: guarda il video di "Irene"

Intervista
Rainbow: Ronnie Romero

Recensione
Linkin Park - One More Light Live

Recensione
Bruce Springsteen - The River

Speciale
Rock in Roma 2018

Speciale
ESCLUSIVA: ascolta lo streaming di "Universi Alternativi"