Pretty Maids
It Comes Alive

2012, Frontiers Records
Hard Rock

Recensione di Marco Ferrari - Pubblicata in data: 29/03/12

Lo straordinario firmamento della storia del rock sembra, a prima vista, dominato dalle stelle più fulgide e luminose che per indiscussi meriti sono riuscite, negli anni, a rendere i propri dischi e le proprie gesta un qualcosa degno di passare alla storia. Vi sono però alcune stelle che, seppur apparentemente offuscate dalla luminosità delle più grandi, sono state in grado di trovare un proprio spazio vitale fatto di grande amore per la musica e qualità di assoluto prestigio. Ora, se aspettiamo sera e alziamo gli occhi al cielo sappiamo che, se guardiamo nella giusta direzione, la stella dei Pretty Maids è sempre lì, pronta a regalarci ottima musica, ottime idee e quell’amore per la melodia che sembra essere qualità sempre più rara da ritrovare.

La band capitanata dal carismatico Ronnie Atkins arriva quasi in sordina a festeggiare i trent’anni di onorata carriera e, come spesso accade per tali ricorrenze, è stata fatta la scelta di regalare al proprio pubblico un live album composto da oltre due ore di musica in doppio cd e dalla realizzazione del primo live dvd del combo danese. 

Forti dell’ottimo "Pandemonium", uscito nel 2010, i Pretty Maids regalano così a tutti i propri fan una vera e propria raccolta antologica che racconta i tre decenni di vita della band la quale, muovendo i primi passi come cover band di artisti quali Rainbow e Thin Lizzy, è riuscita nel corso degli anni a sopravvivere a mille mode e tendenze uscendone non solo incolume, ma addirittura arricchita grazie all’innata classe del chitarrista  (nonché fondatore) Ken Hammer nel trovare il giusto equilibrio tra le graffianti ritmiche hard’n heavy e linee melodiche estremamente piacevoli e semplici da assimilare. Il risultato, presente in questo “It Comes Alive”, è un prodotto decisamente sopra la media in cui i brani storici quali "Destination Paradise”, "Rock The House e “Future World” vengono ben accostati ai recenti successi . Il tutto, come da migliore tradizione in casa Frontiers Records, è stato curato con molto gusto e le qualità audio, nonché le scelte di produzione, esaltano al meglio le oltre due ore di ottima musica presenti nel doppio cd.

Un bellissimo regalo, quindi, che i Pretty Maids fanno a tutto il mondo di appassionati di rock: un must per i fan storici della band, ma soprattutto un’occasione unica per chi ancora non conosce la band danese di scoprire lo splendore di una band che, nel firmamento musicale, non ha mai smesso di brillare.




CD1

01. Pandemonium
02. I.N.V.U
03. Hell On High Heels
04. Wake Up To The Real World
05. Destination Paradise
06. Another Shot Of Your Love
07. Scream
08. Walk Away
09. It Comes At Night
10. Queen Of Dreams
11. Savage Heart
12. Clay

CD2

01. Yellow Rain
02. Rock The House
03. Back To Back
04. Rodeo
05. Lovegames
06. Future World
07. Little Drops Of Heaven
08. Please Don’t Leave Me
09. Red Hot And Heavy
10. Lethal Heroes (Bonus Track)

Intervista
Cindy Blackman Santana: Cindy Blackman Santana

Speciale
L'angolo oscuro #11

Speciale
Stardust - Highway To Heartbreak

Speciale
Sinner's Blood - The Mirror Star

Speciale
Keep Playing, Eddie!

Speciale
Intervista - The Blackmordia (Peter; Max)