Primal Fear
I Will Be Gone [EP]

2021, Nuclear Blast
Heavy Metal

In attesa del prossimo album in studio, la band tedesca continua a mostrarsi irriducibile.
Recensione di Giovanni Ausoni - Pubblicata in data: 08/04/21

Pieno di energia debordante, "Metal Commando", tredicesimo lavoro in studio dei Primal Fear, pubblicato lo scorso luglio, non aveva frustrato le attese, mostrando una band capace di fucinare acciaio ancora a ritmo serrato. Giusto per tenere in caldo gli appassionati, il gruppo sforna, ora, "I Will Be Gone", un EP che, a dirla tutta, presenta un solo vero originale, mentre altri tre brani comparivano già come bonus track della versione digipack dell'ultimo album pubblicato.
 
La vera chicca, però, è la reinterpretazione della ballad acustica "I Will Be Gone", nella quale Tarja Turunen viene invitata dalla formazione tedesca a condividere il microfono con Ralf Scheepers: il brano, di base già commovente, vede il proprio lato malinconico rafforzato dalla performance carica di emozione della cantante finlandese. Duetto notevole, senza ombra di dubbio.
 
A parte la strumentale "Rising Fear", il resto della scaletta segue le coordinate della potenza fragorosa ed equilibrata tipica del sestetto teutonico: dall'inedito anthem "Vote Of No Confidence", all'intensa "Leave Me Alone", con Matt Sinner alla seconda voce, sino a una "Second To None" che ricorda molto da vicino gli Accept prima maniera, si susseguono a profusione riff d'acciaio, hook melodici e chorus possenti, per un diluvio di lava metallica da headbanging antistress.
 
"I Will Be Gone" rappresenta il classico gingillo da collezionista adatto a occupare il tempo in previsione di un nuovo LP. Primal Fear comunque irriducibili.




Speciale
L'angolo oscuro #22

Speciale
FM - Tough It Out Live

Speciale
The End Machine - Phase2

Recensione
Primal Fear - I Will Be Gone [EP]

Recensione
Nad Sylvan - Spiritus Mundi

Intervista
Stranger Vision: Ivan Adami, Riccardo Toni