Jizzy Pearl of LOVE / HATE
All You Need Is Soul

2018, Frontiers Music
Hard Rock

Recensione di Marilena Ferranti - Pubblicata in data: 27/06/18

Uno dei nomi hard rock più amati dei primi anni '90 è di nuovo in pista: Jizzy Pearl of Love / Hate probabilmente vi ricorderà in maniera nostalgica che si stava meglio quando lacca e spandex bastavano a far girare la testa alle ragazzine. "All You Need Is Soul" è lontano anni luce da "Blackout in the Red Room" del 1990 (album che Kerrang! e Metal Hammer UK avevano incoronato il miglior album dell'anno), ma oggi possiamo contare sul contributo di Dave Moreno (Puddle of Mudd) e un pregevole lavoro alla sei corde di Darren Housholder.
 

Avevamo visto accadere la storica reunion con i Love/Hate in formazione originale nel 2007 e oggi ci si prospettano 12 tracce prodotte e mixate dallo stesso Jizzy, registrate agli Android Studios. Si parte con una dichiarazione di guerra: "You're Gonna Miss Me When I'm Gone". Non sapremmo Jizzy. Ci sono tante cose che da subito emergono all'ascolto di questi pezzi: per esempio la facilità con cui mescolando ingredienti già abbondantemente assaggiati in passato si ottenga sempre lo stesso sapore. Nostalgia canaglia? Chissà. Sta di fatto che dopo questi 3 minuti scarsi possiamo passare facilmente a "Comin' Home To The Bone" che non delude le aspettative. Siamo di nuovo ai riff tipici di un genere che non ha più bisogno di tornare indietro, e sebbene le linee vocali e l'esecuzione della band rendano piacevole l'ascolto, per ora niente di sconvolgente. Si tratta di quel ruspante rock'n'roll che potremmo tranquillamente suonare per tutta una notte in un club ma probabilmente non desterebbe particolare interesse negli avventori.
 
 
"High For An Eye" non smentisce la voglia inesauribile di street metal, con la benedizione di quei diavoletti australiani che sembrano aver fatto del "funziona quindi riproponi" il loro stile di vita. "All You Need Is Soul" ci riporta alla vera anima di Jizzy Pearl: c'è un bel groove, un suono distorto e a tratti malato che rende il tutto quasi sensuale. Chissà forse anche la sequenza della tracklist avrebbe potuto strategicamente aiutare a spezzare la linearità delle percezioni, ma anche i riff sono piuttosto sciupati, per non dire inflazionati, così come le lyrics. "House Of Sin" è un pochino più crudo, ma sembra quasi che manchi un tessuto che tenga insieme le parti del pezzo e "Mortified" ha esattamente lo stesso problema. "Frustrated" ammicca inaspettatamente al punk, potrebbe essere una buona idea per risvegliarsi dal torpore, ma non decolla mai, anzi diventa ridondante se non fosse per un solo di chitarra di ben 30 secondi in cui è difficile capire quale fosse l'idea portante. "When The Devil Comes" paventa una corposità diversa con una sezione ritmica e delle chitarre che accendono un pulsante rosso lampeggiante con la scritta Audioslave, e forse ci siamo: qui abbiamo una pienezza dei suoni e una linea vocale che spazia, con delle atmosfere - anche grazie alle belle parti di chitarra suonate con gusto - che stimolano un ascolto più attento e interessato, forse il pezzo migliore dell'album.
 
 
"You Don't Know What It's Like" porta un po' di leggerezza e divertimento anche grazie alle lyrics. Ci illuminiamo brevemente anche con "It Doesn't Matter" che aspira al titolo di super ballad del disco ma scade più nella categoria serenata senza lieto fine. Peccato. Ciò che manca è il trasporto emotivo nella voce e constatare tale pesantezza interpretativa è qualcosa che davvero dispiace dato che il pezzo ha comunque delle buone potenzialità nella struttura, sebbene manchi la necessaria integrazione tra le varie parti. "Little Treasures" e "Mr Jimmy" chiudono un disco che non lascia il segno e che spalma poche idee carine su troppi pezzi diluendole al punto da far mancar mordente al tutto.
 
 
Se siete nostalgici e vi bastano quei clichè che tanto funzionavano tempo addietro, se siete fan del rock n roll più crudo e senza troppe pretese allora sicuramente potete dare al buon Jizzy una chance.

 

 




01.You're Gonna Miss Me When I'm Gone
02.Comin' Home To The Bone
03.High For An Eye
04.All You Need Is Soul
05.House Of Sin
06.Mortified
07.Frustrated
08.When The Devil Comes
09.You Don't Know What It's Like
10.It Doesn't Matter
11.Little Treasures
12.Mr. Jimmy

Intervista
MR BIG: Eric Martin

LiveReport
Pistoia Blues Festival: Steve Hackett & more - Pistoia 14/07/18

Speciale
ESCLUSIVA: ascolta lo streaming de "Il Disco Di Praino"

Speciale
Home Festival 2018: tutte le informazioni utili

LiveReport
Alice In Chains - Tour 2018 - Sesto San Giovanni (MI) 10/07/18

LiveReport
Iron Maiden - Legacy Of The Beast Tour - Milano 09/07/18