Maniaxxx
Exorcizm

2014, Edison Box
Psych/Noise Rock

Recensione di Francesco De Sandre - Pubblicata in data: 08/03/15

Il disagio dei Maniaxxx si riflette prima nello stesso nome della formazione, poi nell'artwork del primo LP e conseguentemente nella produzione musicale pubblicata alla fine dello scorso anno solare. "Exorcizm" fotografa le intenzioni dell'opera ma non vuole essere una costrizione rivolta o imposta a chi ascolta: si tratta infatti del risultato del racchiudere su di un supporto digitale il delirio che opprime e che è contemporaneamente più che mai oppresso, per poterlo liberare ogni volta che si vuole. Da subito, invece, l'album manifesta le proprie intenzioni di rapina e nel primo atto di diffusione carpisce il materiale che, nel corso di nove tracce progressive e correlate, si sviluppa e genera sorpresa, ilarità, paura e demagogica passione. Il teatro dei Maniaxxx merita.



01. Splash! Bang! Vroom!
02. Why plastic swan should have no dreams pt.1
03. Galaxy Express
04. Moose Teens
05. Ted
06. Powaqa
07. Why plastic swans should have no dreams pt.2
08. Waves in a black coffee
09. Tropical Death

Speciale
Premiata Forneria Marconi: una nuova raccolta "TVB - The Very Best" e un nuovo tour per celebrare i 48 anni di carriera

LiveReport
Smashing Pumpkins - Shiny and Oh So Bright Tou 2018 - Bologna 18/10/18

Speciale
ESCLUSIVA: ascolta lo streaming di "Via Roma"

Speciale
Lacuna Coil (Diego DD Cavallotti)

Speciale
Imagine: un tributo all'amore di John Lennon per Yoko Ono e per la musica

Intervista
Slash Feat. Myles Kennedy And The Conspirators: Myles Kennedy