My Tie Is Evil
Camouflage

2013, Like Me Studios
Alternative Rock

Recensione di Francesco De Sandre - Pubblicata in data: 16/06/13

Fino a quale angolo dell'universo potrà mai risuonare la vibrazione eterna dell'Alternative?

 

"And have you realized that, it won't be the same when I come around
Are you alright?
I'm conscious of my mistakes, but are you aware of your stupidity
Probably
"

 

Come all'inizio di un film che, con flash esplosivi e sequenze di immagini sfuocate, denuncia i disagi, le paure, la voglia di combattere e reagire di un adolescente in un periodo della propria vita costellato di difficoltà e di domande, così, tra evasivi colpi di rullante, riff impetuosi e cori profondi, si apre "Camouflage", disco d'esordio dei patavini My Tie Is Evil: la voce del vocalist che, come una pianta di edera, si arrampica tentacolante sul ritornello di "Insomnia", la tempesta elettrica che senza sosta piove costante sul bridge di "Silence Will Fall", la vaporosa maschera di dolcezza indossata senza risentimento in "Now That You're Leaving", sono solo qualche scatto da un album che propone una vasta scelta di incontri sonori e volumi perforanti.

 

Già entrati nella rotazione periodica del palinsesto di Rock TV, i My Tie Is Evil presentano ora il loro sound in tutto il suo potenziale, ricco di sfaccettature apprezzabili: un sound ben delineato che però, nei dieci brani del disco, trova il modo di svincolarsi dai classici dogmi per poter liberamente fluttuare e generare vortici di carica emotiva e profondità. L'album si apre sui riff chiari e provocanti di "For You, Sucker!", e di canzone in canzone offre tanti spunti suggestivi in cui è impossibile non immedesimarsi. La cornice che racchiude tutto ciò è minuziosamente allestita dal connubio artistico creato dall'incontro tra innovative composizioni Hard Rock e note distorte tramite un largo uso di effettistica. Impreziosito dal singolo "Jump" e dalla costante ricerca di nuove dimensioni altisonanti, "Camouflage" è sicuramente convincente e offre grandi stimoli per una prossima maturazione melodica.

 

"This is my future rolling
Underneath my sufferings
And I'm trying to forget how it feels
To be calm and friendly"

 

C è qualcosa che va oltre alla protesta, alla vendetta e alla dolce rabbia che tra brillanti scorci di elettronica e tanto Rock puro sgorga dagli amplificatori delle quattro diaboliche cravattine: è lo studio approfondito che valorizza le composizioni, la teoria musicale applicata alla pratica dell'Alternative in modo intuitivo e roboante, il tutto condensato in una tempesta euforica e spesso malinconica di nevroticità effettistica. "Camouflage", nella sua varietà sonora e poliedricità esecutiva, rappresenta un ottimo biglietto da visita, che propone la band in tutta la sua eterogeneità, e che aiuterà i My Tie Is Evil ad inserirsi in un mercato musicale sempre più ricco e complesso.

 

"I am unraveling
My paranoia"





01. My Tie Is Evil

02. For You, Sucker!

03. Jump

04. Smile

05. Silence Will Fall

06. The Hidden Side

07. Interlude

08. This Song Reminds Me Of Being Gullible

09. Now That You're Leaving

10. The Future Is Rolling

11. Insomnia 

Speciale
ESCLUSIVA: ascolta lo streaming di "Rowdy"

Intervista
Muse: Chris Wolstenholme

Speciale
PREMIERE: guarda il video di "Black Ink"

Intervista
Opeth: Fredrik Åkesson

Speciale
ESCLUSIVA: ascolta lo streaming di "Il Primo Uomo Sulla Luna"

LiveReport
Nightwish - Decades World Tour - Assago (MI) 04/12/18