Tomakin
Epopea Di Un Uomo Qualunque

2013, The Prisoner Records
Pop Rock

Recensione di Fabio Rigamonti - Pubblicata in data: 28/04/13

Se c'è un indubbio pregio a circondare il sestetto alessandrino Tomakin, è quello di non suonare detestabili, oggi, proponendo un wave pop che si rifà tanto alla tradizione ottantiana quanto alla modernità elettronica del presente. Badate bene: non è affatto un fattore secondario, soprattutto in un frangente in cui proposte di questo tipo affollando asfitticamente un panorama che si presta invece naturalmente - facendo leva sul revival storico, quindi sul già conosciuto e detto - a pochi.

Ebbene, tra questi pochi sicuramente in Italia bisogna fare un po' di spazio anche ad "Epopea Di Un Uomo Qualunque", opera che, tra i suoi meriti, ha sicuramente il fuoco, la precisione chirurgica con cui la band tratteggia affreschi di moderna quotidianità (ascoltate il viaggio sul treno di "La Legge Di Murphy", o il dramma del call center alla mattina appena svegli su "Fuori Orario") su melodie sì lineari, ma che sanno deliziosamente prendere in contropiede (l'incipit "Avanguardisti"). Volendo fare un paragone sulla musica prodotta dai Tomakin, si potrebbe, con un discreto livello di azzardo, associare i Nostri ai The Birthday Massacre, un accostamento neanche più di tanto ardito se riuscite, nella vostra mente, a sostituire il velo gothic e l'inevitabile deriva dark con l'estetica luminosa del pop condita da abbondanti dosi di indie, ottenendo in cambio una valida e leggera alternativa italiana al combo canadese.

Al netto di alcune ingenuità in sede compositiva che si fanno trascinare un po' troppo da un senso di qualunquistica banalità ("Quasi Mai Delusi", "Il Vuoto Di Torricelli" e la titletrack), i Tomakin si confermano dunque una band che sa recare con sé un sapore fresco ed un potenziale di brillantezza forse non ancora perfettamente espresso su questo secondo passo in discografia, ma nondimeno il messaggio rimane comunque interessante.




01. Avanguardisti 
02. Squali
03. La Legge Di Murphy 
04. Quasi Mai Delusi 
05. Poser
06. Fuori Orario
07. Il Vuoto Di Torricelli
08. Rave
09. Bluff Art
10. Epopea Di Uno Qualunque
11. Flotta Interstellare

Intervista
Skillet: John Cooper

Recensione
Nightwish - Decades: Live In Buenos Aires

Speciale
Toliman - Abstraction

LiveReport
Cult of Luna European Tour 2019 - Milano 03/12/19

LiveReport
Archive - 25th Anniversary Tour - Roma 03/12/19

LiveReport
Alter Bridge, Shinedown, The Raven Age - "Walk The Sky" Tour 2019 - Assago (MI) 02/12/19