Destruction - Born To Thrash, Live in Germany
Le storie interessanti raramente nascono davanti ad un bicchiere di latte caldo, e "Born To Trash" ne è l'ennesima dimostrazione.


Articolo a cura di Marta Scamozzi - Pubblicata in data: 08/05/20
Germania, Party.San Festival 2019.

Destruction hanno appena concluso un concerto stratosferico davanti a una folla in delirio, presa dalla voglia di metal e da una totale sensazione di positività e leggerezza, la stessa di cui cominciamo ad avere nostalgia. 
L'entusiasmo del pubblico viene assorbito totalmente dai quattro Destruction, che usano quell'energia per offrire una performance indimenticabile: complice anche un sound impeccabile, il concerto sarebbe un buon materiale da registrare. Un vero peccato che la registrazione di un live album non fosse prevista. Non resta che celebrare la buona riuscita dell'esibizione dietro le quinte, stanchi ma soddisfatti, con qualche drink, come da routine.
 
destructionliveingermany2020int1
 
Il Party.San riserva però un colpo di scena, come comunicano gli ingegneri del suono nel backstage: "ragazzi, abbiamo una sorpresa per voi. Abbiamo registrato tutto lo show. In cambio, vogliamo solamente Rum e Coca"
Nasce così il prototipo di "Born To Thrash" - un album nato per spaccare, nel vero senso della parola, considerandone il mirabolante decorso.
"La storia di questo album è stata incredibile" ci confessa Schmier "All'inizio di questa quarantena ero in vacanza al mare con la mia ragazza, tutti i voli per la Germania erano bloccati. Il mondo stava cambiando; la musica stava cambiando e io non potevo tornare a casa mia. Così, mi sono ricordato di quel vecchio materiale registrato al Party.San, e ho pensato di celebrare la musica live, in questo momento particolare in cui proprio la musica live sta attraversando una crisi così profonda. Ho contattato la Nuclear Blast, il produttore, e in tutta fretta abbiamo deciso di regalare ai nostri fan questo tributo al Metal, al suo potere di unire le persone; proprio ora che siamo forzatamente divisi gli uni degli altri. Io ho mandato tutte le e-mail che dovevo mandare, la mia ragazza ha disegnato la copertina e così è nato "Born To Thrash".
 
Il risultato finale esprime tutta la freschezza e l'energia caratteristica del thrash metal dei Destruction, e permette all'ascoltatore di studiare da vicino la band con la sua innovata line-up. L'album è per ora disponibile solo in digitale, mentre per la versione fisica bisognerà aspettare il 17 luglio.
Le storie interessanti raramente nascono davanti ad un bicchiere di latte caldo, e "Born To Thrash" ne è l'ennesima dimostrazione.
 
 
 



Speciale
L'angolo oscuro #12

Intervista
Jakko Jakszyk: Jakko Jakszyk

Recensione
Bruce Springsteen - Letter To You

Recensione
Fever 333 - Wrong Generation

Intervista
Cindy Blackman Santana: Cindy Blackman Santana

Speciale
L'angolo oscuro #11