CONCERTILIVE REPORT

I Ministri – Cronaca Nera e Musica Leggera Tour

I Ministri, Circolo Magnolia, Milano

I Ministri al Magnolia sono un ritorno a casa, per loro, che su quel palco ci sono cresciuti, e per noi che li abbiamo visti farlo, e che con loro abbiamo ballato, urlato, imparato a guardare il mondo intorno e a tentare di capirlo.

Un approccio all’osservazione di ciò che ci circonda che è la spina dorsale del senso artistico dei Ministri, una sensibilità e una capacità di raccontare la società che in tempi pandemici ha portato alla pubblicazione dell’EP “Cronaca Nera e Musica Leggera”, ovvero una narrazione delle conseguenze che il nostro modo di vivere, la nostra società e il nostro pensiero hanno subito in questi anni in cui le contraddizioni del mondo sono diventate esasperate: la storia della crisi dei valori e delle verità secondo i Ministri.

Se in passato pubblicare un disco era necessariamente propedeutico a lunghi e folli tour, il dramma che abbiamo vissuto in questi due anni ci ha insegnato a non darlo affatto per scontato, rincarando il valore di tornare a vivere momenti simili, insieme, nello stesso momento a cantare e a godere dello stesso spettacolo. Siamo estremamente fortunati, questa volta, a ritrovarci al Circolo Magnolia di Segrate (MI), allestito nel rispetto delle norme anti-Covid che stanno ancora condizionando profondamente lo svolgimento degli eventi del vivo, che ospita i Ministri per un doppio show “per non lasciare fuori nessuno” dopo la lunga assenza della band dai palchi milanesi.  La platea di sedute è qualcosa di davvero antitetico a un concerto dei Ministri ma è una condizione inalterabile, e, sì, è stato davvero difficile non saltarci sopra.

Ministri, Dragogna, Magnolia, 2021

“Veramente vivo in tempi bui…”

Si apre così il primo dei due show milanesi dei Ministri, con un verso che sembra essere stato scritto oggi, e non 12 anni fa come il brano dell’omonimo disco. La band, che accoglie sul palco Marco Ulcigrai alla chitarra, si scatena nelle divise bianche, corre sul palco e giù, tra le ormai celebri sedie: “ce la siamo tirata qualche anno fa”, dice Dragogna presentando “Noi Fuori” (“Noi fuori dalle liste, dai concorsi/[…] Dalle aste, dai contagi, dalla peste/ Dallo sfarzo e dalla miseria/Dalle feste con le droghe serie/Dai concerti con le sedie…”).

Ministri, Divi, Magnolia, 2021

In questo live c’è tanto del passato, c’è “La Piazza”, dedicata con i pugni in aria agli eventi del G8 di Genova, i grandi classici come “Comunque”, “Spingere”, “Sabotaggi”. C’è il presente di “Cronaca Nera e Musica Leggera”, eseguito integralmente, anche “Bagnini”, l’”Auto-tormentone estivo… auto perché nessuna radio l’ha mai passato”, e la title track che ha messo davvero a dura prova la nostra capacità di “fare ciò che vogliamo, rispettando le regole” – senza eccelsi risultati a questo giro. C’è una meravigliosa “Il Bel Canto” acustica, un momento di commozione collettivo e “Una Palude” chiude con grande emozione un’ora di set (breve, ma intensissimo).

Il ritorno ha sempre un grande fascino, porta con sé emozioni contrastanti, dalla malinconia all’eccitazione, e noi siamo ritornati a casa, in uno dei templi della scena alternativa di Milano, con una delle band che ne ha determinato la forma. Non poteva andare meglio.

Comments are closed.

More in:CONCERTI

0 %