ATTUALITÀCURIOSITÀNEWS

I fan della musica sono più attenti ai cambiamenti climatici

Secondo un nuovo studio dell’Università di Glasgow i fan della musica si preoccupano di più del clima rispetto al pubblico generale.

Lo studio pubblicato oggi (9 maggio) e intitolato Turn Up The Volume è stato condotto in collaborazione con l’organizzazione britannica Music Declares Emergency, e in associazione con la British Phonographic Industry, Secretly Group e Beggars Group.

Secondo il sondaggio su oltre 2.000 adulti l’82% dei fan della musica ha dichiarato di essere preoccupato per il cambiamento climatico, mentre il numero scende al 72% nel pubblico generale.

Lo studio è stato condotto dal dottor Matt Brennan dell’Università di Glasgow, che ha detto:

I risultati del progetto sono entusiasmanti perché dimostrano una chiara relazione tra il fandom musicale, l’aumento della preoccupazione per il cambiamento climatico e il desiderio di azione. La cultura musicale ha una lunga storia di ruolo chiave nei movimenti sociali, e le prove mostrano che questo legame è ancora forte nel presente quando si tratta dell’emergenza climatica.

MJ Olaore Chief Operating Officer di BPI ha aggiunto:

Affrontare il cambiamento climatico è una questione cruciale per tutti noi e come dimostra questo sondaggio è qualcosa a cui i fan della musica tengono molto e sono particolarmente determinati a fare qualcosa.

A giugno Billie Eilish ospiterà Overheated, un evento di più giorni incentrato sul clima che avrà luogo al The O2 di Londra.

Overheated riunirà attivisti per il clima, musicisti e designer nelle sedi di The O2 per discutere della crisi climatica e del lavoro che stanno facendo per fare la differenza.

Comments are closed.

More in:ATTUALITÀ

0 %