ATTUALITÀNEWSULTIME NEWS

Marty Friedman: “Le Babymetal hanno ringiovanito il metal”

Marty Friedman, ex chitarrista della band Megadeth, nella sua ultima intervista con Vikram Chandrasekar di Tales From The Road ha risposto ad alcune domande su come la band nipponica Babymetal, gruppo che unisce la musica j-pop alle sonorità tipiche della musica heavy metal, funzioni bene ed abbia successo all’interno del genere pop-metal giapponese. Su questo tema il chitarrista ha affermato: 

Il metal ha attraversato una lunga storia di testi, considerando che sono quasi intercambiabili: devono essere oscuri, devono essere un po’ spaventosi e un po’ negativi e protestare contro tutto. E in un certo senso funziona con il suono della musica aggressiva, ma l’abbiamo sentito tutti per molto tempo. E perché non dovrebbe funzionare con qualcosa con una prospettiva molto più semplice e felice e forse più positiva? Perché non dovrebbe funzionare? E in effetti, funziona. Quindi questo tipo ha dato al suono del metal qualche decennio in più di vita, credo. Sì, funziona e basta.

Friedman e le parole di lode verso la band giapponese

Friedman, che ormai vive e registra la sua musica in Giappone dal 2003, in un’intervista che ha concesso nel 2015 a Metalholic.com, affermò di essere un grande fan della band Babymetal. Nell’intervista ha continuato:

Se hai visto alcune delle cose che ho fatto in Giappone, ho portato il mio metal in situazioni molto, molto pop, dove il metal non dovrebbe andare, ma perché sono io, e perché è il modo in cui l’ho fatto, ha funzionato, ed è successo, ed è esistito. Quindi l’ho un po’ forzato. E penso che lo spirito sia molto metal. Ma ci sono molti puristi là fuori, specialmente in America, che lo guardano e se ne vanno, ‘Niente da fare!’ E lo capisco perfettamente; non ho niente contro queste persone. Ma questo è ciò che amo di Babymetal: è molto polarizzante. E penso che anche il mio concetto musicale sia molto polarizzante. Ma posso dirti che è proprio nel modo in cui sono io come artista, e non puoi davvero andare là fuori cercando di compiacere qualcun altro oltre a te stesso. Se le persone vogliono unirsi alla festa, è fantastico, e tu le ami quando lo fanno, ma di certo non penso meno delle persone che non sono d’accordo con la mia opinione.

 

Comments are closed.

More in:ATTUALITÀ

0 %