Ozzy Osbourne è risultato positivo al Covid-19. La notizia è stata condivisa da sua moglie e manager Sharon oggi, giovedì 28 aprile, nel suo nuovo show “The Talk UK”.

Le dichiarazioni di Sharon

Sharon Osbourne ha dichiarato a riguardo:

Sono molto preoccupata per Ozzy in questo momento. Sono passati due anni senza che lui prendesse il Covid ed è stata solo fortuna se non l’ha preso fino ad ora”

Quando le è stato chiesto quale sarà la prima cosa che farà quando tornerà a Los Angeles dal Regno Unito, Sharon ha detto: “Lo terrò e lo bacerò con circa tre maschere, credo”.

Per quanto riguarda il fatto che non potrà continuare il suo nuovo spettacolo, ha detto:

L’ho fatto solo tre giorni. Non riesco a crederci– tre giorni e già devo smettere lo spettacolo. Ma lo riprenderò. So che lo farò. Mi ci vorrà una settimana per rimettere in piedi il mio vecchio e tornerò tra una settimana”

Parlando di come il resto della famiglia Osbourne sta affrontando la diagnosi di Ozzy, Sharon ha detto:

Sfortunatamente, gli è stata diagnosticata nel cuore della notte – stavano tutti dormendo – quindi non ho ancora parlato con loro, ma si raduneranno intorno. Saranno con lui”

I precedenti

Alla stessa Sharon era stato diagnosticato il Covid-19 nel dicembre 2020. All’epoca, ha detto di essere stata ricoverata in ospedale per la malattia infettiva per un breve periodo e di essersi isolata lontano da Ozzy, che era risultato negativo. Il cantante aveva dichiarato di non essere riuscito a prendere il virus grazie alla sua “adorazione per Satana”.

Nel novembre 2020, prima di essere vaccinato, Ozzy ha dichiarato alla rivista GQ di soffrire di una malattia respiratoria che lo mette ad aumentato rischio di polmonite grave se dovesse essere infettato dal nuovo coronavirus.

Nel gennaio dello stesso anno, Ozzy ha rivelato che gli è stato diagnosticato il morbo di Parkinson. Ha anche sofferto di problemi di mobilità debilitanti a seguito di un recente intervento chirurgico alla schiena e al collo. Ozzy ha avuto altri problemi di salute negli ultimi anni, tra cui l’influenza, la polmonite, un’infezione da stafilococco pericolosa per la vita nel pollice e una brutta caduta.

 

Comments are closed.