NEWSNUOVE USCITEULTIME NEWSVIDEO

The Kooks: pubblicato il nuovo EP “Beautiful World – Echo In The Dark Part II”, guarda il video di “Beautiful World”

Comunicato Stampa

Dopo il tour sold out che li ha portati in giro per il Regno Unito per celebrare il quindicesimo anniversario di Inside In/Inside Out, i pilastri dell’indie-pop britannico The Kooks pubblicano oggi 22 aprile 2022 il nuovo EP BEAUTIFUL WORLD – ECHO IN THE DARK PART II, ascoltalo QUI.

In uscita oggi alle 18 anche il video del singolo “Beautiful World”, che vede la partecipazione del duo tedesco Milky Chance.

L’EP include tre brani: “Closer”, “Beautiful World” feat. Milky Chance e “25”. L’EP è il secondo estratto dal nuovo album della band, che verrà suddiviso in tre parti: avremo prima i due EP da 3 tracce ciascuno, mentre l’ultimo ne conterrà 4 e chiuderà il cerchio. 10 TRACKS TO ECHO IN THE DARK sarà pubblicato il 22 luglio su Lonely Cat / AWAL Recordings.

Luke commenta l’EP: “Sono davvero felice di annunciare l’uscita del secondo capitolo del nostro album. Ho scritto “Beautiful World” il giorno in cui ho scoperto che El era incinta. È un mondo pazzesco ma è anche bellissimo ed è incredibile dargli una nuova vita. Era così entusiasta che i ragazzi di Milky Chance si siano relazionati con la melodia e siano stati coinvolti, hanno portato un nuovo suono e un’atmosfera anche per noi. Sono molto entusiasta che tutti lo sentano!

Milky Chance commenta “Beautiful World”: “Siamo cresciuti con i Kooks, quindi probabilmente puoi immaginare quanto fossimo entusiasti di lavorare con loro. È una grande canzone e pensiamo che parli davvero a molte persone della nostra generazione. In questo momento siamo a un punto di svolta nella storia quando si tratta di prendersi cura di questo bellissimo pianeta Terra. E sfortunatamente c’è quella forte sensazione che abbiamo davvero rovinato tutto e sperando solo che non sia troppo tardi“.

Dopo un tour mondiale nell’arena, l’uscita del loro album nella Top Ten del Regno Unito del 2018 “Let’s Go Sunshine” ha visto la band in cima alle classifiche dei festival in tutta Europa e in patria. Il boom dello streaming aveva aperto i Kooks a un nuovo pubblico di giovani fan che amavano il loro marchio distintivo di indie pop e non vedevano l’ora di vederli suonare dal vivo.

Venendo fuori dal programma del tour punitivo, Luke ha promesso di prendere un po’ di respiro. Ma invece, si è ritrovato subito in studio.

Ho iniziato ad andare a Berlino per tre o quattro giorni alla volta. Sono stato davvero colpito dalla Brexit e volevo fare una piccola dichiarazione creando un record europeo”, spiega. “Siamo una band europea, abbiamo praticamente vissuto là fuori e abbiamo così tanto amore per l’Europa, quindi volevamo mantenere quella connessione“.

Berlino è stata a lungo una sorta di Mecca creativa per artisti di tutto il mondo e Pritchard si è ritrovato a muoversi in quei circoli, incontrando i collaboratori con cui avrebbe lavorato al loro colosso del sesto album, “10 TRACKS TO ECHO IN THE DARK“. Il periodo era di lavoro, ispirazione e creatività in opposizione alle feste. “Non stavo assumendo nessuna droga“, attesta Pritchard. “Erano più dive bar e una bottiglia di whisky che Berghain.

L’ambiente iniziò subito a fare la sua magia. “Molti cantautori hanno trovato rifugio a Berlino”, dice. “È un posto libero, non è così consumato dalla commercializzazione. Stavo cercando qualcosa di un po’ più grezzo, un po’ più minimale. A volte raccogli queste sfumature da qualche parte. Non sono necessariamente le persone, è il posto“.

Armato di un nuovo mantra: non pensare troppo alle cose e fare semplicemente un disco che avrebbe voluto ascoltare a casa, le idee sono venute liberamente e facilmente. In coppia con Tobias Kuhn per co-scrivere e produrre la maggior parte del disco, la loro prima sessione di scrittura li ha visti scrivere il singolo principale, “Connection“, in poche ore. Le cose stavano andando bene con la coppia che stabiliva cinque tracce, ma nel marzo 2020, il COVID ha messo fine al sogno europeo di Pritchard, costringendolo a tornare a casa nel Regno Unito per finire le sessioni di scrittura su Zoom fino a quando Tobias non è stato in grado di volare a Londra e registra con lui e il resto della band, Hugh Harris (chitarra solista/sintetizzatore/basso) e Alexis Nunez (batteria).

Sposandosi e diventando padre per la prima volta, abbiamo notizie di un nuovo Pritchard, uno con i demoni ormai alle spalle ed ottimista per il futuro.

Spero davvero che il senso di pace interiore si manifesti“, dice Pritchard riguardo alla prospettiva clamorosamente ottimista dell’album. “Voglio davvero divertirmi con la mia vita a questo punto. Ma anche – è una specie di riflesso di ciò che stavo provando in tempo reale in un mondo pre e post COVID. Leggevo molta fantascienza – come Philip K. Dick, Azimov e cose surreali come Boris Vian – il che ovviamente mi distrae davvero da quello che sta succedendo nel mondo, ma mi ha aiutato a essere fantasioso con le canzoni”.

Luke conclude: “Durante la pandemia ho avuto un bel po’ di tempo per guardare i nostri album e sentirmi proprio orgoglioso e fortunato. Questo album è un vero ringraziamento ai nostri fan per essere stati con noi così a lungo, speriamo che lo amiate

Comments are closed.

More in:NEWS

0 %