crop cover Steve Hackett The Circus and the Nightwhale
NUOVE USCITERECENSIONI

Steve Hackett – The Circus and The Nightwhale

Il leggendario chitarrista rock Steve Hackett torna con un eccezionale lavoro discografico con le fattezze di una capsula del tempo, dalla copertina al format: ritorna il concept album, con una storia avvincente che vede come protagonista un personaggio di nome Travla. le 13 tracce di “The Circus and The Nightwhale” però sono molto di più per l’ex Genesis, il quale dichiara: “Amo questo album. Dice le cose che volevo dire da molto tempo”.

Un album che si è fatto attendere, dopo l’ultima uscita del 2021, il capolavoro “Under A Mediterranean Sky”. Un lavoro trasversale, una summa dell’esperienza musicale dell’ex Genesis che si racconta attraverso tutti i generi musicali: si apre con un’overture sinfonica, passando per il rock, il funk, e non mancano le sue inconfondibili chitarre acustiche.

Abbiamo già avuto modo di apprezzare “‘Wherever You Are” con un video dal gusto malinconico, con una particolare attenzione agli elementi naturali e dello spazio. La canzone spezza il disco a metà, parla dell’amore che vince, che frantuma le catene del mondo fisico. La luce che vince sull’oscurità. Si è aperto un nuovo universo con la speranza che un amore così forte possa persino sopravvivere alla morte. I sogni dell’infanzia realizzati, c’è un senso che tutto torna a girare… Anche l’armonia a tre parti della chitarra alla fine di ‘The Musical Box’ dei Genesis viene rivisitata sotto una nuova luce.

Registrato tra i tour nel 2022 e nel 2023 presso lo studio Siren nel Regno Unito, questo potrebbe essere un album da collezione se solo considerassimo gli ospiti, di grande spessore: provenienti da Svezia, Austria, Stati Uniti, Azerbaigian e Danimarca, la formazione de “The Circus and The Nightwhale” include alcuni volti familiari insieme a Steve alla chitarra elettrica e acustica, chitarra a 12 corde, mandolino, armonica, percussioni, basso e voce. Roger King (tastiere, programmazione e arrangiamenti orchestrali), Rob Townsend (sassofono), Jonas Reingold (basso), Nad Sylvan (voce), Craig Blundell (batteria) e Amanda Lehmann alla voce. Nick D’Virgilio e Hugo Degenhardt tornano ospiti alla batteria, l’ingegnere straordinario Benedict Fenner torna in veste di tastiersita e Malik Mansurov con il suo tar. Infine, il fratello di Steve, John Hackett, impreziosisce il concept con il flauto, riportandoci ai vecchi fasti del progressive che ci ha fatti innamorare dei Genesis.

In conclusione, come non citare l’autore? Ci parla così del suo ultimo lavoro discografico, con una punta di orgoglio: “È un viaggio incantevole che inizia sporco, graffiato e fumoso e diventa paradisiaco e divino. Come puoi resistervi?”. Noi di certo non abbiamo resistito.

Il nuovo album è disponibile in diversi formati, tra cui un mediabook CD+Blu-Ray limitato (inclusi mix 5.1 Surround Sound e stereo ad alta risoluzione a 24 bit), CD standard in Jewelcase, Gatefold Vinyl LP da 180g e come Album Digitale. Tutti presentano la splendida copertina dipinta da Denise Marsh.

Steve Hackett e la sua band si imbarcheranno in un tour mondiale nel 2024, incluso un nuovo tour nel Regno Unito intitolato “Genesis Greats, Lamb Highlights & Solo”, che lo vedrà tornare alla leggendaria Royal Albert Hall. Tornerà anche in Nord America all’inizio di quest’anno, con spettacoli europei previsti per l’estate.

Tracklist

  1. People Of The Smoke
  2. These Passing Clouds
  3. Taking You Down
  4. Found And Lost
  5. Enter The Ring
  6. Get Me Out!
  7. Ghost Moon and Living Love
  8. Circo Inferno
  9. Breakout
  10. All At Sea
  11. Into The Nightwhale
  12. Wherever You Are
  13. White Dove

Comments are closed.

More in:NUOVE USCITE

0 %