CURIOSITÀNEWSULTIME NEWS

Korn: il nuovo album avrebbe dovuto essere un EP

Korn credits Tim Saccenti

In una recente intervista con Thomann, il chitarrista dei Korn, James “Munky” Shaffer, ha parlato del nuovo album della band, Requiem, scritto e registrato interamente durante la pandemia di Covid-19. Parlando di come sia nato il disco, l’artista ha dichiarato:

Siamo abituati a vedere il mondo come un parco giochi da esplorare. Lo facciamo da 25 o più anni. E all’improvviso qualcuno dice: “Non puoi più farlo”. Noi, tipo, ‘Cosa? Che vuoi dire? Non so cosa fare. Sto fottutamente impazzendo. È così che abbiamo iniziato il disco. Stavamo letteralmente impazzendo. E ho chiamato i ragazzi e ho pensato: Jonathan [voce], Head [chitarra], possiamo arrivare laggiù? Possiamo avere un ingegnere lì dentro? Possiamo ottenere una tecnologia per la chitarra solo per iniziare a trovare idee e scrivere alcune canzoni?”

Munky ha aggiunto a riguardo:

Originariamente doveva essere un EP. E poi abbiamo pensato, ‘beh, ora abbiamo abbastanza canzoni per pubblicare un album’. Erano, ad esempio, nove; non è proprio un album e non è proprio un EP.”

L’album “Requiem”

Il nuovo album, “Requiem”, è stato pubblicato il 4 febbraio tramite Loma Vista Recordings. La band ha celebrato l’arrivo dell’LP con uno speciale evento per l’uscita del disco il 3 febbraio presso la Hollywood United Methodist Church di Los Angeles, in California, chiamato “Requiem Mass”, dinanzi a 300 partecipanti. L’album è stato prodotto da Chris Collier ed i Korn.

Il tour

I Korn hanno iniziato una serie di spettacoli con System Of A Down il 31 gennaio a Phoenix, seguiti da date a San Diego (1 febbraio) e Los Angeles (4 febbraio e 5 febbraio). Il tour da headliner della band con Chevelle e Code Orange inizierà invece il 4 marzo.

Comments are closed.

More in:CURIOSITÀ

0 %